Nuova Legge sul Turismo: ecco cosa cambia

La Rete CORE ha organizzato un incontro di presentazione della nuova legge sul turismo della Regione Toscana per capire cosa cambierà, a partire da luglio 2017, per le imprese del settore.

Vediamo brevemente quali obiettivi si prefigge la legge regionale n. 86/2016 :

  1. Ridisegnare la nuova governance del settore, dopo lo scioglimento delle Aziende di promozione turitsica (APT) nel 2010 e la riorganizzazione delle province a seguito della legge Disposizioni sulle citta’ metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni (legge Delrio). Se in Toscana si era già provveduto, in parte, con legge regionale n. 25/2016 “Riordino delle funzioni provinciali in materia di turismo in attuazione della l.r. 22/2015 . Modifiche alla l.r. 42/2000 e alla l.r. 22/2015 “. L’operazione viene completata con la legge regionale 86/2016
  2. Migliorare la capacità competitiva delle strutture ricettive di tipo alberghiero attraverso una semplificazione delle norme e un ampliamento dei servizi offerti
  3. Chiarire ruolo e funzioni delle strutture ricettive extralberghiere per quanto concerne i B&B e le attività non professionali
  4. Introdurre una normativa specifica per gli affitti turistici alla luce dell’esplosione della cosiddetta sharing economy
  5. Aggiornare le normative in tema di agenzie di viaggio, comprese quelle online, e di professioni turistiche con particolare attenzione alle guide turistiche.

Una legge complessa e, in alcuni punti, sfavorevole per le aziende turistico-ricettive. Molti operatori stanno avanzando richieste di revisione prima che i provvedimenti diventino vigenti a tutti gli effetti. Attendiamo di vedere se e come la Regione Toscana apporterà delle modifiche a favore delle imprese.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *