Quanto dipende da noi il turismo di qualità?

img-20160928-wa0001

Questo il titolo dell’incontro, organizzato da Skal Club Venezia, che si è tenuto all’interno di Ca’Rezzonico nel Museo del Settecento Veneziano lo scorso 27 settembre in occasione della Giornata Mondiale del Turismo.

Da cosa dipende la qualità dell’accoglienza? Quanto incide il contesto? E quanto la singola azienda? A queste e molte altre domande hanno provato a rispondere diversi esponenti del settore del turismo e della cultura. E’ emerso che il turismo sostenibile è quello capace di rispondere alla motivazione del viaggiatore con offerte autentiche, valorizzando l‘identità dei luoghi e favorendo le possibilità di incontro con i locals.

La comunicazione turistica avrà un ruolo sempre maggiore e incentrato sulle storie delle persone, per questo motivo lo storytelling è la modalità che meglio di ogni altra può accorciare le distanze tra il turista e la destinazione di viaggio. Le comunità locali possono oggi diventare protagoniste e promotrici del turismo ed è quindi necessario creare strategie in grado di coinvolgerle attivamente.

L’incontro si è chiuso con la proposta da parte di Ermanno Bonomi, Presidente SKAL Toscana e Manager della Rete CORE, di organizzare una grande conferenza internazionale per dettare una carta dei doveri del turista.

La sigla S.K.A.L. è formata dalle parole Sundhet (Salute), Karlek (Amicizia), Alder (Lunga vita) e Lycka (Felicità). E’ su questi valori che nel 1934 è stato fondato il Movimento: Skal come collante per tutti coloro che lavorano nel settore del turismo. Lo Skal è un club che riunisce i professionisti del turismo, è presente in ben 87 Paesi, con circa 500 Club e oltre 18 mila iscritti. In Italia il Movimento si è sviluppato nel dopoguerra ed oggi conta 10 Club con più di cinquecento iscritti. Lo Skal International Venezia è stato fondato a Venezia il 10 aprile 1951. I soci del club di Venezia sono al momento una settantina e provengono, oltre che dal centro storico, anche dalle Province di Treviso, Padova e Verona. Sono titolari di attività della filiera del turismo, da albergatori a tour operator ma anche giornalisti del turismo e consulenti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *